Hotel Rewind – The Best of Roma 2017

Roma chiude la prima edizione di Hotel Rewind. È la Casa del Cinema ad aver ospitato questa volta uno degli appuntamenti più importanti presenti oggi per parlare di riqualificazione nel settore dell’hotellerie.

Ad aprire il pomeriggio è Pierpaolo Ceciliani, Esperto di Management del Turismo presso la Direzione Generale e Turismo MIBACT.

Il Ministero cerca di distribuire i flussi su tutto il territorio nazionale: la politica portata avanti è proprio quella del “lasciamoci conquistare dal nostro Paese”. Per tale ragione il piano di sviluppo strategico 2017-2022 prevede tre principali obiettivi: sostenibilità, innovazione, accessibilità.

Sul primo punto sono stati Filippo Donati e Sebastiano Venneri ad intervenire. Per il Presidente di Assohotel la prospettiva è proprio salvaguardare l’ambiente. Un albergatore non deve guardare solo all’interno del proprio hotel ma deve partire dal patrimonio che ha a disposizione. L’evoluzione in questo settore è necessaria perché “chi non si evolve si estingue […] e siccome il turismo è l’energia rinnovabile di questo Paese è necessario intraprendere la strada della riqualificazione”.

Il mondo dell’ospitalità, continua il Responsabile Territorio e Innovazione della Segreteria Nazionale di Legambiente, si deve riconvertire: non è più possibile parlare di turismo di massa ma di personalizzazione delle scelte. Ecco perché bisogna realizzare delle strutture in base alla richiesta (come ad esempio i biker hotel) e scommettere su un turismo attivo e sostenibile. “I gestori delle strutture turistiche alberghiere si trovano davanti ad una sfida epocale per riconvertire le loro strutture e andare incontro a quella che è una grande richiesta di mercato che cerca sempre più qualità e sempre più sostenibilità all’interno delle strutture e all’interno delle proposte di vacanza”.

Il secondo punto è stato affrontato da Elena Stoppioni – Presidente Federazione CDO Edilizia – e Leopoldo Busa – Architetto, esperto di qualità dell’aria indoor . Secondo i due esperti è necessario per un hotel mantenere alti gli standard di comfort. Per far ciò non è sufficiente essere semplicemente a norma. È necessario che la filiera utilizzi tutte le metodologie e tecnologie a disposizione e crei sinergia tra le competenze. Solo in questo modo si potranno soddisfare le esigenze di benessere dei clienti di una struttura alberghiera: “abbiamo nuovi utenti sempre più attenti ai concetti di sostenibilità, sempre più alla ricerca di esperienze particolari. Tutto questo flusso turistico in Italia può essere una gran benedizione ma se non siamo pronti può essere anche una grande catastrofe” – sostiene la Stoppioni.

Il terzo punto, quello dell’accessibilità, è stato affrontato da Roberto Vitali – CEO Village for all V4A – e Andrea Venuto. Per il primo la guest experience non può semplicemente rientrare nel concetto di “rispetto delle norme”. Non si tratta esclusivamente di abbattimento di barriere architettoniche. Si tratta di considerare i reali bisogni delle persone. Il rispetto della norma non implica necessariamente il rispetto delle esigenze dei clienti È necessario parlare di “Guest Experience Inclusiva” e cioè “di cosa effettivamente possiamo offrire all’ospite: il comfort per me è quando io vado in un albergo ed ho fatto l’ospite dall’inizio alla fine senza dover chiedere aiuto a qualcuno”- conclude Vitali.

Per il Disability Manager di Roma Capitale “Roma è una città che dovrebbe vivere esclusivamente di turismo. Questo significa che riqualificare questo settore vuol dire puntare e decidere di puntare su questa possibilità della città di creare occupazione, lavoro e introiti […] Lo dobbiamo fare e va fatto anche dal punto di vista dell’accessibilità, in maniera universale […] quindi accessibilità per tutti perché quello delle persone con disabilità che fanno e sono turisti è un tema importante. Bisogna creare delle infrastrutture adatte e accoglienti a tutti e questo significa creare un circuito virtuoso per la città”.

La ricerca della qualità è oramai un fattore indiscusso nel settore turistico: bisogna lavorare per innovare le strutture, renderle sempre più performanti, inclusive, accessibili e sostenibili. La seconda edizione di Hotel Rewind continuerà ad affrontare queste tematiche diventate oramai necessarie per il rilancio del settore alberghiero.

Appuntamento nel 2018 con Hotel Rewind a Loano (SV), Jesolo (VE), Catania, Milano, Torino e Roma.