L’EcoHotel Bonapace vince l’Energy Globe Award Italy 2017

Per riscaldarlo d’inverno e raffrescarlo d’estate si spende meno di 1 euro a metro quadro.
Il costo di realizzazione? Superiore di un 5-7% rispetto ad un edificio di classe B.

Per la costruzione dell’Eco Hotel Bonapace sono state utilizzati legno e materiali riciclati. L’esposizione ottimale e la lontananza dal traffico fanno sì che la struttura riesca a coniugare il concetto di “ospitalità” con quello di “responsabilità ambientale”. Parte delle coperture è stata utilizzata per  la produzione di energia con l’installazione di 10 pannelli fotovoltaici e di una centrale termica per rendere l’hotel energeticamente indipendente.

Un albergo certificato Passivhaus in Italia che può vantare contemporaneamente anche le certificazioni KlimaHaus, Hotel Gold e ARCA Platinum.

Il proprietario ha dichiarato che al momento di scegliere come realizzare la nuova struttura ricettiva, quella di costruire una struttura totalmente ecologica a impatto zero era sembrata la scelta più naturale, grazie anche alla clientela oggi sempre più sensibile alla filosofia “green”.

La struttura portante è realizzata con tecnologia X-Lam e solai in travi di legno lamellare, con certificazione di gestione sostenibile delle foreste PEFC.

Secondo i dettami del protocollo Passivhaus è stata posta particolare attenzione alla coibentazione all’abbattimento dei ponti termici che hanno consentito di ottenere un valore di isolamento termico inferiore a 0,16 W/m2K.

L’hotel è dotato di un impianto di ventilazione meccanica controllata ad alta efficienza, certificato dal Passivhaus Institut, con rendimento pari all’84% e una portata d’aria di 1.600 mc l’ora.